Monaco di Baviera e Castello Neuschwanstein

E dopo il magnifico viaggio tedesco, dopo essere saliti al nord e riscesi al sud, eccoci a Monaco proprio il giorno di ferragosto. ORRIBILE !! La città era trasfigurata da orde di spagnoli e italiani storditi da quintali di birra, schiamazzi e casino ovunque. Perfino cartacce a terra come nelle città italiane invase dai turisti. Non ero abituata a tanto chiasso e folla e forse per questo Monaco non mi è piaciuta come forse avrebbe dovuto !

Bellissima Marienplatz con il suo municipio e il famoso carillon ( Glockenspiel) che enta in funzione ad orari precisi e infatti il 15 agosto una folla pazzesca era ammassata in attesa della giostra dei cavalieri

A spasso per il centro pieno di negozi bellissimi…

Il giorno successivo eccoci al castello di Nymphenburg. Si trova a circa 5 Km dal centro città ed era la spettacolare residenza estiva dei reali.

Queste visite sono state ideali nei giorni di pioggia battente in cui siamo capitati e infatti anche il giorno successivo siamo stati in gita giornaliera al fantastico castello “DISNEY” di Neuschwanstein. In realtà è il castello interamente progettato da re Ludwig con l’aiuto di uno scenografo invece che di un architetto e la Disney si è ispirato ad esso per disegnare il castello della Bella Addormentata. Due sono stati i pensieri che ricordo durante la visita: I) che Ludvig II aveva vasta cultura, era appassionato di storia e conosceva perfettamente i testi medioevali. Il salone di ricevimento è ispirato alle descrizioni delle Mille e una notte. II)Che non voleva che in quel castello entrasse nessuno! Ecco, mentre noi eravamo là, in grupponi di turisti, mi immaginavo il suo spirito inkazzoso a guardare la violazione degli spazi da lui personalmente progettati.

Dal paese di Schwangau si può salire ai castelli su carrozze trainate da cavalli o in autobus. Anche il castello in primo piano (Schloss Hoenschwangau), quello dei genitori di Ludwig II , merita senza dubbio una visita

I biglietti si prenotano on-line perchè le visite sono obbligatoriamente guidate in piccoli gruppi con entrata a orario. Per chi non prenota in precedenza è possibile far la coda al mattino (possibilmente presto) presso l’ufficio apposito. Ad una certa ora si chiudono gli ingressi per cui si rischia un’attesa di ore …per niente. Le foto all’interno sono tassativamente vietate quindi…accontentatevi di queste.

CLICCARE QUI PER ALTRE FOTO DI MONACO

E CASTELLI DEI DINTORNI

ed eccoci quasi alla fine del viaggio e ritorno in Italia verso…Salisburgo!

Annunci

Bamberg

Sulla strada per Norimberga ho voluto fare una piccola ma fortunata deviazione per visitare la splendida Bamberg, patrimonio dell’Unesco. Pare che Bamberga sia soprannominata la Roma della Franconia proprio perchè costruita su 7 colli dagli arcivescovi dei tempi che furono. Poichè la seconda guerra mondiale non l’ha ferita, il centro storico ha conservato i bellissimi palazzi e il municipio che si trova proprio sull’isola allo snodo del fiume che l’attraversa.

Per giungere nella piazza medioevale e al palazzo arcivescovile presso la bellissima cattedrale, si percorre una strada molto ripida

Clicca qui per vedere altre FOTO DI BAMBERG

e poi si riparte per …NORIMBERGA

Leipzig – Lipsia

Ci sarebbe piaciuto passare per Dresda ma l’itinerario di viaggio sarebbe stato troppo pesante e così abbiamo programmato Lipsia. Non è niente di speciale a parte un centro storico carino. Abbiamo cenato in un famoso locale in cui pare Goethe andasse per ispirarsi: l’Auerbachs Keller, fondato nel 1525.


La bella galleria del centro

A cena da Auerbachs Keller

La mattina successiva siamo partiti alla volta della fantastica…

NORIMBERGA, passando per BAMBERG ! Al prossimo post!

Schwerin

Non c’è aggettivo per descrivere Scwerin. Siamo giunti verso sera partendo da Wismar e siamo stati accolti nel deserto della domenica. La città è sede del governo regionale del Meclemburgo-Pomerania Anteriore che è ospitato nel bellissimo castello di forma esagonale che racchiude stili molto diversi.

Il castello è visitabile pagando un biglietto che permette anche l’accesso ai bellissimi giardini e al parco interno (Burggarten). Merita vedere la bellissima orangerie.

 

Dopo aver cenato con questa vista sulle rive del laghetto, ci siamo fatti una passeggiata per …la città fantasma!

Il centro è molto bello, quasi a dimenticare i trascorsi 45 anni sotto il governo comunista, nuovo e dipinto con colori pastello che ricordano una città di gelatai. Ci hanno spiegato che è molto animata di giorno per via degli uffici regionali ma la sera si svuota e c’è pochissimo movimento. Ci siamo fermati sulle rive di un altro laghetto mentre i bambini giocavano.

CLIKKA QUI per altre foto di Schwerin.

Viaggio in Germania I

Day 1 : da casa a Colmar (Francia) (passando per la Svizzera- 484 Km)

Il ricordo del primo e secondo giorno è piuttosto avventuroso! Il bimbo dei nostri amici si è ammalato con bronchite acuta proprio prima di partire, sono saltati i piani della partenza insieme, loro hanno disdetto 2 notti di hotel e ci hanno raggiunti 2 giorni dopo (con viaggio tirato) quando la situazione è migliorata.

Partenza senza amici, ripromessi di fare una levataccia presto per guadagnare giornata…come al solito tra cani da affidare e ultime cose…ci siamo messi in viaggio intorno alle 9.00 con tutta calma.

Passando per la Svizzera, ecco lasciata immediatamente alle spalle l’aria d’Italia: ordine ai bordi dell’autostrada e pranzo in un qualunque autogrill nei pressi di Lucerna con cibo così buono e bagni perfettamente puliti che già tutto prometteva bene!

Arrivati nel primo pomeriggio a Colmar con l’idea di visitare i dintorni nel pomeriggio e il centro città la mattina successiva. Qualcuno ci aveva raccomandato un borgo antico a circa 20 Km da Colmar: Riquewihr ; devo ancora ringraziare adesso chi ci ha dato il consiglio!!!


“Riquewihr, perle du vignoble” così viene promossa sui volantini turistici. Uno dei borghi storici più belli di Francia sulla via dei vigneti d’Alsazia, adagiata tra colline e vigneti a perdita d’occhio, si conserva racchiusa nella sua cinta di mura medievali. Lungo l’acciottolato della via centrale si affacciano negozi caratteristici direttamente sulla strada. Ci avevano consigliato altri 2 borghi che non siamo riusciti a vedere (tempo limitato) che erano: Kayserberg ed Eguisheim ma deduco che fossero pari al primo.

PER I BAMBINI:  In giro per i campi e fuori dalla città si vedono cicogne a spasso, pare siano gli animali mascotte della zona.

Ho notato sui volantini turistici che a Hunawihr, poco distante, esiste un centro di reintroduzione in natura di lontre e cicogne, che si può visitare (per noi era impossibile).

Si trovano cicogne e animali anche …in giro per negozi!

Dalla via del centro parte un trenino che porta tutt’intorno e sale sulle colline facendo un interessante giretto accompagnato da spiegazioni in tutte le lingue sulla storia della città; ecco il panorama dal trenino, sulla collina di fronte

BELLISSIMO!!!!

Avvicinandosi a Riquewihr

Entrando in paese

La bellissima casa BLU

E…i biscotti affacciati che guardano passare la gente !!!

da notare le scatolette in latta sulla destra, con i tipici disegni alsaziani

…insomma …questo soggetto mi piaceva proprio!!!

e lo scheletro antico della casa

e questa casa rossa non è una meraviglia??

Non trovate fantastiche tutte queste insegne in ferro battuto??


Ed ecco una mappa tanto per rendersi conto delle geografia del luogo.

Nasce il -Viaggio in Germania- 0

Nasce l’idea del viaggio

Di ritorno dalle vacanze estive condivido itinerario e foto del bellissimo viaggio in Germania (o del viaggio nella bellissima Germania?) che ci siamo organizzati la primavera scorsa. Dopo anni ed anni trascorsi tranquilli al mare con i bambini piccoli a puccetto nell’acqua, quest’inverno io e l’amica F. abbiamo deciso di studiare qualcosa per l’estate…pensando anche al cervello dei figli che è ormai sufficientemente maturo per non dimenticare cose interessanti fuori dal nostro micromondo. Poichè io conoscevo poco l’Europa ed ero disposta a qualunque meta e poichè lei parla benissimo tedesco e aveva una mezza idea per un viaggio lì, l’idea di “aggregarci” alla Germania è venuta da sè. Due auto, 2 famiglie (loro con bambino di 8 e noi con ragazzi di 11 e 14) e hotel prenotati tramite internet  fin dalla primavera.

Così, ai primi di agosto, con 1 mappa dell’intera Germania, 1 navigatore satellitare, l’auto strapiena e la MITICA e irrinunciabile guida “Germania” della Lonely Planet, siamo partiti per il tour!

Ecco l’itinerario (non certo da poche pretese!!!!): 15 notti e 16 giorni. Partendo da sud-ovest, dalla Francia di Colmar e terminando a sud-est nell’Austria di Salisburgo.